SE FOSSI FIGO

Come cantava il mitico Elio con le sue Storie Tese “se fossi figo starei ignudo alla finestra, sarei il principe dell'adduttore e il re dell'addominale”.

Aggiungiamoci due irresistibili fossette, uno sguardo intrigante, un sorriso ammaliante e un ciuffo ribelle ed ecco a voi il nuovo sex symbol italiano, alias Giuseppe Conte da Volturara Appula.

Tutte impazzite per il Premier, l’uomo dalla pochette a quattro punte, capace di scatenare incontenibili “potenze di fuoco” di tempeste ormonali, in una infatuazione collettiva e trasversale cha spazia dalle ragazzine teenagers alle nonnette arzille over 65, e coinvolge anche chi politicamente sta dalla parte avversa, colpito da una strana “sindrome di Stoccolma” che varca i confini della politica.

Sui social addirittura tutte le fan del premier si sono riunite in una pagina fondando il gruppo “Le Bimbe di Giuseppe Conte” che sta letteralmente spopolando sia su Facebook che su Instagram, contando complessivamente oltre 500mila followers e reca la esplicita presentazione “Il nostro avvocato, il premier più sexy d’Europa, l’uomo più bello del mondo”.

"Presidente, chiudimi in lockdown e fammi tua"; "Lui è come Christian Grey di 50 sfumature, appena convoca la conferenza stampa mi fa salire l’ansia da prestazione"; "La mia fase due sei tu", questi alcuni degli assatanati post che si trovano sulla pagina.

Poco importano i suoi scivoloni lessicali, poco importa l’inceppamento dell’eloquio che ogni tanto gli capita di avere come lo zio della sposa ubriaco al banchetto di matrimonio, poco importano i suoi decreti polizieschi che ci recludono in casa, tutto si può perdonare al premier più bello del mondo.

Il suo successo ormai è dilagante e il suo fascino non colpisce solo le donne italiane ma va alla grande anche con le straniere, al punto che perfino Ursula e Angela sono cadute ai suoi piedi regalandogli una pioggia di miliardi nonostante la strenua opposizione dei suoi competitors olandesi e austriaci chiaramente gelosi e invidiosi delle sue conquiste.

Altro che i suoi predecessori al governo, che avevano lo stesso sex appeal di un termosifone, altro che Berlusconi con le sue olgettine d’assalto, altro che Letta con la sua faccia da fratacchione, altro che Renzi con il suo sguardo da pesce in barile, il Giuseppe nazionale non teme rivali e tutte le donne gli cadono ai piedi senza che debba neppure digitare l’Iban per il bonifico come il mitico schiantafemmine di Arcore.

Pensate alla delusione e alle crisi di astinenza che tutte le sue bimbe e le sue fan avranno quando fra qualche tempo, non troppo lontano, si ritroveranno al suo posto Salvini con la sua panza, la sua barba incolta e senza ciuffo ribelle.

Ugo Antani



59 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

AMA DEUS